Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Una storia vera di bullismo

                     

 

Ti presentiamo una storia vera di bullismo raccontata in prima persona dal protagonista

 

Gli alunni della nostra scuola media incontreranno il presidente dell’associazione contro il bullismo scolastico

Vincenzo Vetere  

11 Dicembre 2018  

 

IMPARIAMO A CONOSCERLO

 

 

                     

http://www.mediasetplay.mediaset.it/video/alivelaforzadellavita/circondato-dal-branco_FAFU000000548206?fbclid=IwAR2xxEYIyk7OZN01ZUdKBG9Th3ihb9nXPkNVLEKQJM6EW4kpy-Vnb9H93cI

https://www.youtube.com/watch?v=UreyUDaqlYg&feature=share&fbclid=IwAR1AYeS4PfHZgx_L3JWIyVtzqRCAZN8kchgfteBfvp7xywDuOHEo5jWM3Tk

http://www.youtube.com/watch?v=JtrzT3BaNXc&feature=share

https://www.youtube.com/watch?v=qKlDwMBxy0I&feature=share

https://www.youtube.com/watch?v=r0U9HtEQyjY&feature=share

https://www.youtube.com/watch?v=IVWVgxUrScE&feature=share

                                                                  

                          Associazione contro il bullismo scolastico:

                        una vittima di bullismo fonda un’Associazione

 

L’Associazione contro il bullismo scolastico (ACBS) nasce dall'esperienza di un ragazzo di vent’anni, Vincenzo, che, dopo aver subito per tutto l’arco del suo percorso scolastico atti di bullismo, decide di fondare un’Associazione per contrastare questo fenomeno ed aiutare le vittime di bullismo e cyberbullismo. L’idea di creare questa Associazione scaturisce in Vincenzo nell’estate del 2014, quando sente alla televisione che una ragazza, vittima di bullismo, stanca di subire ulteriori vessazioni, si era uccisa lanciandosi da una finestra.Vincenzo decide così di attivarsi per aiutare i giovani che hanno subito o continuano a subire in ambito scolastico o extrascolastico comportamenti aggressivi e violenti di natura sia fisica sia psicologica. In questo senso si può affermare che Vincenzo svolge la funzione di natural helper, in quanto cerca di trasmettere le proprie conoscenze esperienziali a favore della collettività. L’Associazione ACBS è nata da poco tempo, nel Febbraio del 2015, ed è presieduta da Vincenzo e dal fratello Giuseppe, vice-presidente; è formata da una decina di ragazzi e ragazze, tutti sui venti/venticinque anni, che sono assistenti sociali, vittime di bullismo e cyberbullismo e da alcuni amici di Vincenzo, che lo sostengono e lo supportano nel gestire l’Associazione. La sede legale si trova presso la residenza di Vincenzo a Magnago, un paese in provincia di Milano e confinante con Busto Arsizio; da Gennaio 2016 ACBS ha ottenuto dal Comune di Magnago uno spazio, in cui si svolgono le riunioni mensili dell’Associazione con i suoi membri, ogni primo martedì del mese. ACBS è un’Associazione di volontariato riconosciuta dalla legge 266/1991 (Legge quadro sul volontariato); il suo statuto, come quello di altre associazioni, si basa sull’assenza di fini di lucro, sulla democraticità della struttura, sulla gratuità del lavoro dei membri e delle prestazioni offerte, sulla definizione di parametri per identificare chi può appartenere o meno all’Associazione e sull’elaborazione di un bilancio della suddetta (Ranieri: 2011).Lo scopo principe delle associazioni di volontariato consiste infatti nella promozione della solidarietà sociale: in ACBS, i membri svolgono un lavoro molto attivo sia per prevenire il problema del bullismo e sensibilizzare il territorio sia per aiutare le vittime di bullismo e cyberbullismo. Fin da subito e tuttora l’Associazione, per promuovere le proprie attività, utilizza un sito internet, un forum e una pagina Facebook per rispondere ad eventuali messaggi e richieste delle vittime e/o dei loro genitori; inoltre i membri di ACBS ascoltano telefonicamente le vittime o vanno a conoscerle a casa per creare un rapporto di fiducia che le aiuti a contrastare e a cercare di superare le conseguenze degli atti di bullismo subiti. Da quando è nata, l’Associazione ha fatto grandi passi avanti; ora il lavoro di ACBS tendenzialmente si basa sui seguenti aspetti:

∙ costruire un progetto di lavoro congiunto tra i membri dell’Associazione basato sulla reciprocità delle competenze di ciascuno;

∙ offrire uno spazio di ascolto e di supporto alle vittime di bullismo e cyberbullismo; da ottobre 2016 ACBS ha ottenuto anche uno spazio dal Comune di Cerro Maggiore, in provincia di Milano, due sabati pomeriggio al mese, per incontri fra operatori sociali ed ex vittime di bullismo e cyberbullismo;

∙ organizzare e realizzare, sull’intero territorio nazionale, interventi mirati alla prevenzione del fenomeno, soprattutto nelle scuole, con incontri rivolti ad insegnanti, genitori e ragazzi attraverso testimonianze dirette e l’ausilio di operatori professionisti.

 

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.67 del 08/05/2019 agg.12/05/2019